Ue: Fedriga, basta sovranità all’Europa, prima diritti cittadini

Roma, 8 mar. – “Non serve mago Merlino per capire che dobbiamo cambiare strada. La priorità non può più essere quella di tutelare a prescindere l’istituzione europea. E’ arrivato il momento di garantire in primis i diritti dei cittadini.  Abbiamo quasi il 40% di disoccupazione giovanile, più di 3 mln di persone che cercano lavoro, oltre 4 mln in condizioni di povertà assoluta e 8 mln in povertà relativa. E’ evidente che la soluzione non può essere quella che ripete Gentiloni di cedere ancora sovranità all’Europa. Basta avere buon senso per capire che le politiche portate avanti fino ad oggi sono state proprio quelle che hanno contribuito a determinare questa drammatica situazione. E’ giunto il momento di utilizzare le risorse dei contribuenti di questo paese per abbassare pressione fiscale e costo del lavoro senza il rischio che qualche burocrate europeo ci venga a sanzionare perché non abbiamo rispettato qualche folle patto. Il vento sta cambiando e non solo in Europa e questo governo non bloccherà, per garantire l’establishment, la voce della gente libera che sta combattendo per garantirsi non privilegi ma il proprio futuro”. 
 
Così il capogruppo alla camera della Lega Nord Massimiliano Fedriga.

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159