Tesseramento

Islam: Rondini (Ln), maggioranza miope, potenziali terroristi vanno espulsi e non redenti

Roma, 15 mar. - “Oggi in Commissione Affari Sociali è stato votato, dalla maggioranza, un parere favorevole al Progetto di legge che introduce misure per la prevenzione della radicalizzazione e dell'estremismo jihadista ma che di fatto rischia di non risolvere nulla ed anzi aggravare una situazione già molto preoccupante. Ci sembra assurdo che per garantire il recupero sociale e professionale di soggetti esposti al rischio di radicalizzazione e che hanno già manifestato segni in tal senso, la proposta di legge preveda che vengano considerati "persone svantaggiate" potendo garantirsi l'inserimento nelle cooperative sociali. È come se non bastasse si dispone che l'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (ANPAL) promuova percorsi mirati di inserimento lavorativo di questi soggetti. Ecco che strumenti costruiti per andare incontro alle esigenze delle fasce più deboli delle nostre comunità vengono piegati al politicamente corretto che si illude di redimere i deviati dell'Islam radicale. Si è ribaltato il mondo. Noi riteniamo al contrario che chi è straniero e dà segnali di squilibrio jihadista vada espulso senza tentennamenti".

 

Così il deputato della Lega Nord Marco Rondini, vicepresidente della commissione affari sociali. 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159