Calderoli. Turchia. Hollande e Merkel aprono ai comizi dei ministri turchi? Non hanno un briciolo di orgoglio. UE in ginocchio davanti alle minacce turche

16 marzo - Ma possibile che questa Europa non abbia un briciolo di dignità e di orgoglio? E non abbia un briciolo di coraggio?
Da giorni il sultano turco Erdogan insulta i tedeschi dicendo che sono rimasti dei nazisti, minaccia l’Olanda con un inquietante ‘la pagherete cara’, oggi il ministro degli Esteri turco profetizza il dissolvimento dell’Europa e una guerra di religione nel nostro continente e di fronte a tutto questo cosa fanno i leader delle due principali potenze UE, Hollande e la Merkel? Autorizzano i comizi elettorali dei ministri turchi in Francia e Germania…
Ma è possibile calare le braghe in questo modo?
E’ possibile accettare ogni tipo di insulto e minaccia da parte di un sultano che ogni giorno sputa veleno contro l’Europa e calpesta quotidianamente ogni minimo diritto civile e ogni concetto di democrazia e di libertà?

Così non si arrendono solo la Francia e la Germania, ma tutta l’Europa che - davanti ad una vera dichiarazione di guerra da parte del Governo turco con il suo ministro degli esteri che vaticina il nostro dissolvimento e guerre di religione - al rispondere a tono risponde mettendosi in ginocchio…

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

 

2 per mille

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159