Migranti: Molteni (Ln), no a decreto, invasione colpa della sinistra

Roma, 12 apr. – “Questo decreto non affronta nulla dell’emergenza immigrazione gestita con logiche clientelari e spesso criminali con cooperative che oggi fatturano milioni di euro, proprio grazie alla tratta dei migranti. No alle finte missioni umanitarie e alla politica buonista e filo immigrazionista della sinistra. Vogliamo  difendere i nostri cittadini e la nostra civiltà messa sotto attacco e per questo votiamo convintamente contro un decreto inutile.  E’ vergognoso che al ministro Minniti sfugga la situazione drammatica che stiamo vivendo. Siamo di fronte ad una vera e propria invasione di massa pianificata a tavolino per poter arricchire Ong e tutto il business  dell’immigrazione clandestina alimentato dalla tratta di esseri umani. Noi non vogliamo i muri e fili spinati ma esigiamo che frontiere e confini vengano controllati, perché ormai è chiaro che la società multiculturale e multirazziale proposta dalla sinistra è fallita. Basta farsi un giro nelle banlieue parigine o nel quartiere Molenbeek di Bruxelles. L’immigrazione fuori controllo provoca una guerra tra poveri ed è questo che sta accadendo anche nel nostro paese dopo che gli ultimi governi altro non hanno fatto che smantellare il sistema di espulsione, cancellare i Cie e azzerare il fondo espulsioni. A questo scempio non ci stiamo e continueremo la nostra battaglia per arginare questa assurda politica delle porte aperte che ci sta rovinando”.   
 
Così in dichiarazione di voto Nicola Molteni vice capogruppo alla camera della Lega Nord.

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159