Cnel: Busin (Ln), presentata Pdl costituzionale per soppressione

Roma, 9 mag. - "Un organo inutile e oltremodo dispendioso. Il  CNEL  costa ogni anno allo Stato circa 20 milioni di euro e la sua inutilità storica, sociale e politica è ormai un fatto comprovato nel tempo. Per questo ho presentato una Pdl costituzionale per la sua soppressione. Dalla sua istituzione (1957) infatti il Cnel ha elaborato solamente 970 documenti. Di questi, 14 disegni di legge e 96 pareri. I restanti documenti elaborati risultano essere in gran parte relazioni, dossier e rapporti sui suoi temi di competenza. La nostra Pdl, oltre a chiedere la soppressione dell'organo, prevede in una prima fase, che il Cnel venga commissariato con un decreto del Presidente del consiglio entro  30 giorni dall’entrata in vigore della riforma, con la decadenza dall’incarico dei membri del Cnel e la nomina di un commissario straordinario cui affidare la gestione provvisoria. Lo stesso commissario avrà il mandato di gestire il patrimonio dell’ente, compreso quello immobiliare e di ricollocare i dipendenti in vista della definitiva soppressione".
 
Così Filippo Busin vicepresidente alla Camera della Lega Nord.

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159