Calderoli. In Italia incendi ovunque, case che crollano, treni che si bloccano e metropolitane pericolose. Stiamo cadendo a pezzi, eppure governo pensa solo agli immigrati

17 luglio 20017L’Italia sta bruciando: da giorni incendi ovunque che devastano il nostro patrimonio ambientale e mettono a rischio case, imprese e anche vite umane.
L’Italia sta crollando: la tragedia di Torre Annunziata potrebbe ripetersi su larga scala, come denunciato da Confedilizia che ha lanciato l’allarme su 450mila edifici a rischio crollo.
L’Italia è da ricostruire in tante sue zone, quelle colpite dai terremoti del 2012 e del 2016, quelle colpite da nubifragi, alluvioni, esondazioni, frane e smottamenti.
L’Italia ha infrastrutture sempre più obsolete e anche pericolose, con quasi un terzo delle ferrovie ad un solo binario, con passaggi a livello manuali ecc ecc, e mezzi inadeguati, come dimostra la surreale vicenda della donna incastrata tra le portiere della metropolitana a Roma o il treno bloccato oggi in galleria senza aria condizionata con i passeggeri che svengono per il caldo.
Questa è l’Italia eppure il nostro Governo di cosa si occupa e si preoccupa: solo e soltanto degli immigrati clandestini da raccogliere nelle acque libiche e portare in alberghi o strutture pagate dai contribuenti.
Con la valanga di miliardi che stiamo spendendo per mantenere i clandestini potremmo mettere in sicurezza i nostri territori, avere più mezzi per prevenire e arginare incendi o alluvioni, per migliorare la nostra rete ferroviaria e renderla più sicura.
Peccato che per il nostro Governo ci sia una sola priorità: gli immigrati!

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega Nord

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159