Vaccini: Lega, Lorenzin sbugiardata

Roma, 19 Luglio - "Spettacolo triste oggi al Senato sul decreto vaccini. Lorenzin prima sbugiardata e poi arenata si è arresa all'evidenza che la Lega ha ragione. La Lorenzin ci aveva accusato che l'emendamento da noi presentato non avesse nessuna valenza scientifica. Noi chiedevamo una cosa molto semplice: chi ha già contratto una malattia e quindi è immune deve essere esonerato da vaccini combinati e che quindi contemplano l'inoculazione del vaccino per il quale si è già immuni e di dare quindi la possibilità di vaccinarsi con monocomponenti. Ovviamente nella discussione è risultato evidente che il nostro fosse un emendamento di assoluto buon senso e che avrebbe colmato un vuoto del decreto evitando innumerevoli contenziosi. Dietro le scelte della Lorenzin non c'erano dunque inossidabili valenze scentifiche ma solo favoritismi di piani industriali delle case farmaceutiche. La maggioranza si è quindi spaccata, l'aula è stata sospesa e il relatore alla ripresa ha di fatto copiato il nostro emendamento che ritornerà in aula nel pomeriggio". 

Così Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al senato con il collega Paolo Arrigoni che ha seguito il decreto. 

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159