Calderoli. Violenza sessuale, in Italia  il 38% stupri commesso da immigrati. Come fa la Boschi a non vederci una connessione?

08 settembre 2017 - Il sottosegretario Boschi esorta a non fare connessioni tra gli stupri e gli immigrati?

I dati forniti dal Viminale sui reati sessuali commessi in Italia ci dicono che nel primo semestre del 2017, su 2400 casi denunciati di violenza sessuale,  oltre 900, il 38%, è stato commesso da immigrati.

Per cui, sottosegretario Boschi, considerando che gli immigrati, regolari o no, sono circa l’8,2% dell'attuale popolazione italiana, ma il 38% degli stupri li commettono loro, una connessione mi pare che ci sia e anche molto evidente.
Senza gli immigrati avremmo 900 stupri in meno a semestre, ovvero 5 stupri in meno al giorno, sarebbe già un drastico calo, poi, chiaramente, bisogna comunque prevenire e punire tutti gli altri casi, commessi da italiani, e l’unica strada per farlo sono pene dure, carcere vero per tanti anni, la castrazione chimica per i recidivi e quella chirurgica irreversibile nei casi più efferati come lo stupro di Rimini…

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega Nord

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159