Calderoli. IMMIGRATI. Non possiamo espellere richiedente asilo che inneggia ad isis e aggredisce poliziotti perche’ la legge lo vieta? Siamo oltre la follia

11 settembre 2017 - La folle normativa sui richiedenti asilo va immediatamente rivista e modificata nella parte, inconcepibile, che impedisce l’espulsione di chi commette crimini durante tutto il lungo periodo di due o tre anni in cui attende risposta alla sua domanda di asilo.

Un’assurdità grazie alla quale un richiedente asilo che ha stuprato un minore è ancora qui nostro ospite.
Una follia che ci impedisce di buttare fuori dai nostri confini, in quanto richiedente asilo in attesa di risposta, il gambiano arrestato oggi per aver per la seconda volta aggredito e picchiato degli agenti a Padova, tra l’altro inneggiando all’Isis e alla recente strage di Barcellona.
Ma stiamo scherzando?

E poi vorrei capire, davvero pensiamo eventualmente di accettare la richiesta di asilo di questo delinquente gambiano che non solo aggredisce e ferisce i nostri agenti di Polizia ma pubblicamente inneggia all’Isis?
Siamo oltre la follia.

 

Lo dichiara il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega Nord

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159