Calderoli. Stupro Roma. Da sinistra solito silenzio imbarazzato, qui non c'è violenza sulle donne?

04 novembre 2017 - Ieri il terribile stupro subito a Roma da due 14enni da parte di due giovani Rom, stanotte un marocchino che tenta di stuprare una donna a Bari, la settimana scorsa l’efferato stupro a Ravenna commesso da due immigrati.

Ovviamente a sinistra si tace imbarazzati, in questi casi nessuno parla di violenza sulle donne, ci mancherebbe, quando i carnefici sono delle ‘risorse’ scatta il silenzio a sinistra.
Ma continuo a domandarmi perché in Parlamento stia facendo la muffa 
la mia proposta di legge per introdurre la castrazione chimica e, in questi casi così efferati, anche la castrazione chirurgica, una misura chiaramente irreversibile, per evitare ogni possibile caso di recidiva.
E continuo a domandarmi perché chi dovrebbe tutelare le donne, come il sottosegretario Boschi, che ha la delega alle Pari Opportunità, non faccia nulla per far approvare questa mia proposta di legge.
 
Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato e responsabile organizzazione e territorio della Lega Nord

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159