L.Bilancio: Candiani (Lega), bocciato ns emendamento su proroga licenze ambulanti. Governo schifa 80 mln di Entrate

Roma, 25 Novembre - “Abbiamo proposto un emendamento per sottrarre il destino del commercio ambulante al massacro europeo della direttiva Bolkestein, ma il governo l’ha respinto.
La contrarietà alla proroga delle concessioni al 2023 è doppiamente assurda: in un sol colpo Pd e soci hanno messo con le spalle al muro decine di migliaia di commercianti italiani,  e hanno fatto perdere allo Stato l’introito di 80 milioni di euro che gli ambulanti erano pronti a pagare per il rinnovo della licenza.
Altro che Leopolda! Renzi e il Pd sono sordi alle ragioni di questa categoria. La Legge di Bilancio era l’ultima occasione di questa sinistra maggioranza di governo per risolvere l’annosa condizione vissuta dagli ambulanti. 
Purtroppo anche questa volta  hanno preferito avallare spese assurde per gli amici degli amici e dimenticarsi di onesti lavoratori che avrebbero anche contribuito economicamente alle entrate dello stato con un gettito immediato. 
Ai commercianti diciamo di ricordarsi di chi li sta affossando. Quando andremo al Governo ci penseremo noi a cancellare queste situazioni folli”. 
 
Così Stefano Candiani, senatore leghista primo firmatario dell’emendamento alla legge di bilancio per la proroga delle licenze del 
Commercio Ambulante e bocciato in commissione.

 

2 per mille

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159