Ddl sicurezza, così finisce il buonismo di Stato

"

"Con questo ddl si cambia rotta rispetto al passato e si abbandona il buonismo di Stato del centrosinistra per portare avanti una linea di serieta' e rigore, alla base di questi interventi legislativi". Cosi' Federico Bricolo, presidente della Lega Nord al Senato, durante la discussione del disegno di legge 'Disposizioni in materia di sicurezza pubblica' in corso a Palazzo Madama. "Completiamo il pacchetto sicurezza - ha sottolineato Bricolo - per rispondere alle richieste dei cittadini in materia di contrasto della criminalita'. In un solo anno di Governo abbiamo mantenuto fede alle promesse fatte in campagna elettorale nonostante la drammatrica situazione eredita dal Governo Prodi, con criminalita' diffusa, sbarchi continui di extracomunitari e campi nomadi in ogni citta''.

Chi arriva in Italia, ha proseguito il senatore della Lega, "deve farlo dalla porta principale nel rispetto della legge e finche' non ottiene la cittadinanza rimane un ospite'. Integrazione significa che 'chi viene a casa nostra deve rispettare le nostre leggi e si deve adeguare al nostro modo di vita, quindi abbiamo introdotto il reato di immigrazione clandestina. Abbiamo voluto regolamentare gli extracomunitari regolari con permessi di soggiorno a punti per colpire quelli che non si vogliono integrare". E ancora: "Grazie a un emendamento della Lega e' stata introdotta la tassa per il rinnovo dei permessi di soggiorno. Inoltre, gli extracomunitari sono sempre i primi ad avere alloggi popolari e grazie ai nostri sindaci anche questo finira' perche' la priorita' e' quella di aiutare prima la nostra gente e se vi saranno risorse sufficienti anche gli ultimi arrivati'. Infine, rivolgendosi a Confindustria, Bricolo ha sottolineato che 'in questo paese non c'e' bisogno di ulteriore forza lavoro".

 

Simbolo Europee 2019

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159