Sanita’: guidesi, governo chiarisca su sprechi asl in calabria

Roma, 12 lug. – “Da una parte c’è un paese al collasso per i tagli alla sanità con personale medico e infermieristico costretto a lavorare con turni disumani, dall’altra assistiamo a sperperi vergognosi. E’ il caso di una ASL di Reggio Calabria in cui, a fronte di 800 medici per 350 posti letto, si registra anche la più alta percentuale di esenzione dai turni di lavoro, perché fisicamente non idoneo o per assistere parenti gravemente malati (53% contro una media del 25-30%).  Un paradosso inaccettabile reso ancor più vergognoso dal fatto che la regione ha intenzione  di assumere altri 672 dipendenti. Per questo ho presentato un’interrogazione al ministro della salute per sapere se è a conoscenza di questa situazione e se non intenda riorganizzare la sanità calabrese, rimuovendo i dirigenti responsabili”. Così Guido Guidesi, capogruppo della commissione bilancio della Lega Nord e firmatario dell’interrogazione. “L’era degli sprechi delle risorse pubbliche e dei furbetti deve finire e i pazienti hanno il diritto di ricevere cure necessarie con la stessa qualità presente nelle regioni del nord del paese, evitando soprattutto il fenomeno della migrazione sanitaria”.

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159