Calderoli. Nizza: ora bloccare proposta governo su Ius Soli per facilitare la cittadinanza ai figli degli immigrati.

15 luglio. Esprimo il mio dolore e il mio cordoglio per le vittime di ieri di Nizza, e la mia rabbia rispetto a queste belve feroci che nell’ultimo anno hanno alzato il tiro sempre di più: prima la Tunisia, quindi Parigi, poi il Mali, a seguire Bruxelles, la Turchia, la strage di Orlando, il massacro di Dacca e ora Nizza.
Come ha dichiarato il premier francese Valls siamo in guerra contro l’Isis, anche se purtroppo è una guerra unilaterale, una guerra in cui loro sparano e uccidono mentre l’Occidente resta a guardare e non reagisce.
Ma in questo momento quello che ancora mi fa più rabbia è che proprio ieri in commissione Affari Costituzionali la presidente abbia annunciato di voler riprendere l'esame di una proposta di legge già approvata dalla Camera, e che da quasi un anno riesco a tenere ferma, definita 'ius soli' ovvero un pacchetto di proposte che accelera e favorisce l'acquisizione della cittadinanza italiana per i figli degli immigrati.
Per la serie la lezione di Parigi, di Bruxelles e di Nizza, come in passato quella di Londra, non è servita a nulla: in tutte queste stragi che hanno insanguinato l’Europa gli autori erano tutti in possesso della cittadinanza del Paese dove hanno colpito, per cui in questo momento di guerra vera dichiarata dall’Isis dovremmo irrigidire i controlli e le procedure per l'acquisizione della cittadinanza e invece questa maggioranza e questo Governo stanno facendo esattamente il contrario.

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159