Giustizia: stefani, orlando dalla parole passi ai fatti. Assunzioni concrete di magistrati

Roma, 25 lug. - "Alle parole devono seguire fatti. Il ministro Orlando, forte dell'annuncio del potenziamento dei magistrati addetti agli uffici giudiziari del distretto della Corte di Appello di Venezia, notizia attesa per 20 anni, comunica con toni trionfalistici la sua visita a Vicenza.  Perché tale decisione, però, non resti uno spot mediatico privo di concreti effetti, il ministro dovrà spiegare come intende coprire questi nuovi posti. Mancano infatti circa 1000 magistrati su 9000 previsti e i nuovi assunti nell'ultimo decennio, circa 300 all'anno, hanno sopperito a malapena ai pensionamenti. Mi domando come farà il ministro a rendere operativi i nuovi magistrati se l'iter prevede concorso, prove scritte e orali e un tirocinio di 18 mesi. Anni, insomma.  Nel frattempo, però, le indagini sulla banca Popolare di Vicenza rischiano rallentamenti. Se quindi non verranno subito fornite adeguate garanzie di un piano pluriennale straordinario di concorsi per il reclutamento di oltre 2000  magistrati, nessuno verrà a coprire i nuovi posti degli organici veneti e la visita a Vicenza avrà il sapore dell'ennesimo inutile spot elettorale". 

 

Lo dichiara la senatrice della Lega Nord Erika Stefani.

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159