Ippica: Guidesi, governo paghi subito premi e rilanci settore

Roma, 25 lug. - "Gli ippodromi d'Italia versano in grave crisi, migliaia di lavoratori del settore rischiano di rimanere a casa e il governo non fa nulla, anzi impone clausole vessatorie senza senso. Alcuni ippodromi hanno già chiuso altri rischiano la chiusura. Scuderie, allevatori, allenatori, driver e fantini, veterinari e giudici sono vittime di scelte scellerate del  Ministero delle politiche agricole che ormai paga i premi in scandaloso ritardo. Se infatti in passato questi venivano pagati dopo 60 gg dalla conclusione del mese, oggi, si è in ritardo di più di 6 mesi. Per questo ho presentato un'interrogazione al ministro Martina per impegnare il governo ad intervenire presso l’UCB e sollecitare il pagamento degli arretrati e normalizzare lo stato dei premi futuri". Così Guido Guidesi capogruppo della commissione bilancio della Lega Nord e firmatario dell'interrogazione. "Allo stesso tempo chiediamo al governo di adottare misure urgenti per far uscire il settore dalla grave crisi e rilanciarlo in un'ottica di sviluppo. Infine - conclude Guidesi - vogliamo chiarezza sullo split payment, la trattenuta dell’intero importo dell’Iva spettante alle scuderie che emettono fattura, considerando che la legge sullo split payment non si applica nel caso in cui si emettano fatture con la ritenuta di acconto del 4%".

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159