On. Grimoldi (lega nord) - Elementi Isis operativi a milano secondo i servizi libici. Renzi e Alfano si sveglino: servono controlli a tappeto su moschee e strutture per profughi

13 agosto - Quanto riportato oggi dal Corriere della Sera, sui documenti e i file trovati nei covi dell'Isis nella città libica di Sirte, documenti che confermano la volontà di attaccare l'Italia e confermano che centinaia di fanatici del califfato sono già entrati nel nostro territorio infiltrandosi tra le decine di migliaia di immigrati sui barconi, alza l'allarme sul nostro territorio, ma soprattutto lo eleva per quel che riguarda Milano e la Lombardia visto che, scrive il Corriere, in questi documenti gli agenti segreti libici sostengono di aver individuato "numerosi riferimenti al vostro Paese, soprattutto su elementi libici, tunisini e sudanesi che agiscono nel Milanese".

Chi sono questi soggetti libici, tunisini e sudanesi? Cosa stanno facendo? Stanno girando liberamente sul territorio lombardo? Sono nascosti tra gli oltre 3000 finti profughi che stanno bivaccando davanti alla stazione Centrale di Milano?

Stiamo parlando di terroristi pronti a colpire, tanto più ora dopo la caduta di Sirte.

Renzi e Alfano concentrino tutte le attenzioni su Milano e la Lombardia, mandino uomini e mezzi, occorre ribaltare da ora tutti i centri islamici lombardi, che tanto non forniscono la minima collaborazione, ma anche tutte le strutture che ospitano immigrati.

Mai come oggi siamo a rischio di attentato, il Governo per una volta tanto pensi alla nostra gente, alle nostre famiglie.

 

Lo dichiara l'on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda.

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2020 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159