Calderoli. Basta rinvii, il Referendum appartiene al Popolo e non al Governo, ora Mattarella intervenga

05 settembre - È già passato quasi un mese da quando la Cassazione ha dato il via libera per l'ammissibilità del referendum e da Palazzo Chigi non si vedono segni di vita.
Non era Renzi che voleva farlo il 2 di ottobre?
E non erano sempre Renzi e la Boschi che, successivamente, parlavano della seconda o terza settimana di novembre?
E invece ora si comincia a parlare di dicembre…

Adesso basta, scenda in pista Mattarella per tirare le orecchie a Renzi e dargli un ultimatum per fissare la data.

Il referendum è uno strumento di democrazia, non il giochino per cercare di raccogliere consenso o peggio ancora un risultato da ottenere ad ogni costo sfruttando ogni possibile trucco, compreso l’inserire favori nella legge di stabilità per cercare così di aumentare i consensi.
I cittadini italiani vogliono votare il prima possibile questo referendum, per votare NO alla pessima riforma Renzi, mandarlo a casa e poter tornare al voto per scegliere chi dovrà guidare il Paese, risolvere i disastri causati da questo Governo e fare finalmente un'equilibrata riforma costituzionale.

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159