Calderoli. Elezioni Austria. Rinvio puzza di bruciato. Speriamo che Renzi non voglia imitarli rinviando ‘sine die’ il referendum…

12 settembre - Che a tre settimane dal voto l'Austria blocchi le elezioni presidenziali, rinviandole di oltre due mesi, perché le buste non sono collose mi fa sentire puzza di trucchi elettorali e francamente mi lascia perplessa la motivazione tecnica che ha portato a questo rinvio, per difetto delle buste degli elettori esteri, quando proprio quegli stessi elettori esteri fecero modificare, all'ultimo istante, l'esito della competizione elettorale facendo dichiarare vincitore, in un primo momento, il candidato dei Verdi.
Non vorremmo che si cerchi un modello di tagliandi apribili e richiudibili in modo da ore compilarle?
Mi auguro che questa scusa non venga presa a prestito da Renzi per poter rinviare ‘sine die’ anche il referendum, visto che i sondaggi danno il no come certo vincitore… 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

 

Simbolo politiche 2018

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159