Calderoli. Referendum. Obama dice che Renzi dovrà comunque andare avanti? Un'altra ingerenza nella nostra politica interna

18 Ott. - Un'altra ingerenza inaccettabile nella nostra politica interna da parte degli Stati Uniti, questa volta ancora più grave perché arriva non dall'ambasciatore ma direttamente dalla voce del presidente Barack Obama il quale, dopo aver ammesso che tifa per Renzi e che l'Italia deve andare avanti con le riforme intraprese da questo Governo, arriva a sostenere che qualunque sia il risultato del referendum del 4 dicembre Renzi non si deve dimettere.

Non è corretto, si tratta di un'indebita interferenza nella nostra politica.

Non spetta a Obama ma eventualmente a Mattarella decidere il da farsi, dopo la vittoria del No al referendum, quando Renzi avrà rimesso il suo mandato, avendo detto fin dall'inizio che in caso di vittoria del No sarebbe andato a casa.

Più o meno insieme a Obama che il prossimo 31 dicembre lascerà la Casa Bianca, lui almeno dopo aver mangiato il panettone...

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, Vice Presidente del Senato e Responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159