Lavoro: Simonetti (LN), su modalità voucher presa in giro di Poletti

Roma, 20 ott. - “Le nuove modalità di utilizzo voucher sono trappole mangia soldi e il governo si rifiuta di fornire spiegazioni, nonostante una mia interrogazione specifica. Con l’entrata in vigore dei correttivi del jobs act, infatti, i datori che utilizzano buoni lavoro dovranno inviare almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione un sms o una mail all’ispettorato del lavoro, pena sanzioni da 400 a 2400 euro. Le modalità di applicazione di questa nuova disposizione vengono però rinviate all’emanazione di un decreto del Ministero del Lavoro, ad oggi ancora non pervenuto. Gli utilizzatori dei voucher sono costretti quindi a muoversi nell’incertezza rischiando al contempo di incorrere in multe salatissime”. Così il capogruppo della Lega in Commissione Lavoro, Roberto Simonetti, firmatario dell’interrogazione.  “E’ vergognoso come il governo ci stia prendendo in giro. Non solo infatti Poletti non ha sospeso le sanzioni in attesa del decreto come avevo chiesto, ma non ha neanche risposto riguardo le tempistiche di emanazione del decreto adducendo la presenza di una circolare interministeriale atta a spiegare le modalità di adempimento. Peccato – conclude Simonetti - che la circolare stessa non faccia altro che confermare lo stato di caos totale precisando che il personale ispettivo, nella sua attività di vigilanza, terrà conto dell’ assenza di indicazioni operative che verranno fornite dal decreto ministeriale. In pratica le multe verranno comminate a caso o addirittura a simpatia del singolo ispettore.” 

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159