Immigrazione: Arrigoni (ln), concessione carta identità follia che svuoterà casse enti locali

Roma, 26 Ottobre - " Sono 145.128 gli immigrati che hanno fatto ingresso illegalmente in Italia dal 1° gennaio al 14 ottobre 2016: solo il 56 per cento ha presentato una richiesta di protezione internazionale e di queste richieste il 60 per cento è stato rigettato. Il costo per l'accoglienza è passato da 1 miliardo e 356 milioni di euro del 2013 (di cui solo 101 quale contributo dall'Unione europea) a 4 miliardi e 227 milioni di euro nel 2016. Adesso, allo straniero in possesso del permesso di soggiorno provvisorio per richiesta di asilo può essere riconosciuta la carta di identità. All'iscrizione anagrafica dello straniero richiedente asilo consegue però anche l'accesso ai servizi sociali erogati dai Comuni".

Così, Paolo Arrigoni, senatore della Lega Nord primo firmatario della mozione del Carroccio bocciata dall'aula del Senato che chiedeva che i sindaci potessero  decidere in modo legittimo ed autonomamente se rilasciare la carta di identità ai richiedenti protezione internazionale ospitati presso i centri di accoglienza.

"A seguito dell'incremento delle domande per l'iscrizione anagrafica e alla luce anche del numero degli immigrati presenti nel sistema di accoglienza, le casse dei Comuni, già in difficoltà, sono destinate in breve,- spiega Arrigoni -  al tracollo, soprattutto quelle dei piccoli Comuni dove sono stati alloggiati dalle Prefetture il maggior numero di immigrati nell'ambito dell'accoglienza temporanea. Il governo - conclude Arrigoni - deve perentoriamente intervenire sulla normativa vigente, per evitare il rilascio della carta d'identità ai richiedenti asilo". 

Simbolo Europee 2019

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2019 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159