Politiche 2018

Calderoli - pensioni. Per Boeri non va bene mai nulla? Lasci la poltrona di presidente INPS, si dimetta subito e si candidi a segretario del Pd

12 OTT - Da giorni Tito Boeri, nella sua qualità di presidente INPS, piccona la politica del Governo.

Per Boeri non va bene nulla. Ogni ricetta è sbagliata.

Eppure questo è il contenuto dei programmi elettorali con cui si sono presentati alle elezioni i partiti dell'attuale maggioranza, è quello su cui si sono espressi i cittadini italiani.

Spiace vedere che Boeri, silente e allineato negli anni dei Governi amici di Renzi e Gentiloni, negli anni del Jobs Act o della riforma Fornero da non toccare, oggi sia diventato così pugnace.

Boeri ha tutto per candidarsi alla segretaria del PD e a questo punto, visto che tanto è già sceso in campo da tempo e sta facendo politica, gli suggeriamo di non aspettare la fine del suo mandato, nel febbraio 2019, ma di dimettersi ora, subito, da presidente INPS.

Così poi avrà le mani libere e potrà continuare pure a fare politica, ma nel PD, non con la poltrona di presidente INPS e lo stipendio pagato da contribuenti.

 

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato

 

Simbolo politiche 2018

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2018 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159